Contattaci           

       

Logo CH2018 EN

 


 

Logo


 

L’emblema del XIX Capitolo Generale

L’emblema del XIX Capitolo Generale della Società del Divin Salvatore-opera del Padre Wiesław Stempak SDS - riflette il desiderio di ravvivare l’ardore apostolico salvatoriano. Nel contesto di una società sempre più bisognosa di Dio, Papa Francesco ci chiede di essere chiesa aperta e in uscita, che incontra tutte le persone. Animati dal fuoco apostolico presente nella vita e nelle parole del Padre Francesco Maria della Croce Jordan, vogliamo cercare risposte concrete a queste e altre sfide del nostro tempo.

Nell’ambito della celebrazione del Centenario della morte del Fondatore (1918-2018), vogliamo lasciare che le sue parole risuonino nel più profondo del nostro cuore: “Andate (...) e infiammate tutti!”.[1] Così il Capitolo Generale si trasforma in una vera opportunità affinché nel vivificare lo spirito apostolico del Fondatore, possiamo nuovamente essere inviati come “comunità apostolica” per far conoscere l’unico e vero Dio rivelato in Gesù Cristo, e il suo messaggio di salvezza.

La mano che sostiene la lampada fa riferimento alla vocazione apostolica salvatoriana che va tenuta accesa al fine di portare la fiamma di salvezza in tutti i luoghi del mondo, affinché noi ci trasformiamo in una “lampada ardente e luminosa”[2]. “Questo essere luce di salvezza” ha la sua fonte nella nostra esperienza di incontro personale con Cristo Gesù. Senza vivere questa esperienza dell’essere discepoli salvati da Lui è impossibile evangelizzare, perché, come spiegava il Fondatore se manca l’olio di una profonda spiritualità, la lampada si spegne.[3]

La fiamma gialla indica la luce che simbolizza Gesù Cristo che illumina la nostra esistenza. Egli è il modello ispiratore della nostra azione apostolica. Inoltre la croce al centro della fiamma ci ricorda che la missione salvatoriana non è un compito puramente umano, ma che la stessa è guidata e sostenuta dallo Spirito del Cristo crocifisso e risorto, presente nella nostra storia. Lo Spirito di Cristo è il vero protagonista della missione.

In questo spirito, i salvatoriani, così come figurano le dodici fiamme multiforme, faranno conoscere in tutto il mondo l’amore dell’Unico Vero Dio, che nella croce del suo Figlio abbracciò il mondo per salvare tutti senza nessuno escluso. Realizziamo questo servizio con parole a azioni, tanto nel multiculturalismo della nostra propria configurazione internazionale quanto nell’universalità di modi e mezzi, attuando nelle più diverse realtà uniti nella stessa missione come figli spirituali del Padre Francesco Jordan.

Dall’altro lato, le diverse linee che attraversano l’emblema ci fanno pensare i cammini della storia salvatoriana. Nelle orme delle diverse generazioni rimangono impresse una infinità di testimonianze di conquiste apostoliche, di contraddizioni e di croci. La continuazione di questa tradizione di testimonianze e di servizio apostolico sta adesso nelle nostre mani nelle attuali linee della nostra storia, dove dobbiamo essere i protagonisti. Oggi più che mai nella continuità creativa a questa tradizione salvatoriana, è tempo di evangelizzare e di avanzare infiammati e inviati ad infiammare.


[1] Francesco Jordan, Diario Spirituale – II,21.

[2] Francesco Jordan, Discorsi, 1899/06/23.

[3] Idem.

 

Franciscus Jordan

Finché

Dio non sia glorificato dappertutto, non t’è permesso riposare un momento.

Salvatoriani nel Mondo

Albania  Australia  Austria  Bielorussia  Belgio  Brasile  Camerun  
Canada  Colombia  Comore Congo  Ecuador  Filippine  
Germania  Guatemala  India  Inghilterra  Irlanda  Italia  
Taiwan  Tanzania  Ucraina  Ungheria  Venezuela